Festival

Cari ospiti e amici di lunga data,

Siamo nuovamente a Rovigno per offrirvi ancora una volta tre giorni all’insegna di affascinanti ricerche audiovisive sulla natura umana, di incontri produttivi e network di qualità.

In un periodo scosso da profonde crisi sociali ed economiche, che perdurano ormai da anni, l’opportunità di ampliare le esperienze e le relazioni interculturali e di conoscersi e collaborare insieme ci sembra più che mai significativa.

Il programma concorsuale del 7° festival ETNOFILm quest’anno è stato curato dai selezionatori Bojan Mucko e Andrea Matošević (PhD), la giuria che valuterà i film scelti è formata dalle colleghe e dottori di ricerca Pille Runnel e Ines Prica e dal collega Oliver Sertić, I migliori film saranno premiati con l’opera vincitrice di uno degli studenti di scultura dell’Accademia di arti applicate di Fiume. Vi presentiamo con orgoglio anche l’avvio del progetto Sensory ethnography and New media arts: towards contemporary interpretations of ICH, organizzato da ETNOFILm festival insieme con il museo etnografico dell’Istria, l’organizzazione soundimageculture di Bruxelles e il Museo etnografico di Belgrado.

Al progetto pluriennale parteciperanno i Dipartimenti di etnologia e di antropologia culturale e dei Nuovi media dell’Università di Zagabria, così come gli studenti di indirizzi correlati delle Università di Lubiana, Belgrado, Berlino e Aarhus.

Accanto alle lezioni masterclass, le indagini sul campo, gli artist talk con i partecipanti della scorsa edizione del laboratorio di antropologia visiva, ci attendono anche il concerto del gruppo etno istriano Veja, candidato quest’anno per il premio discografico croato più prestigioso, il Porin, nella categoria «Miglior album di musica folcloristica ed etno».

Ci auguriamo che il programma appena illustrato costituisca per voi una nuova, bella e utile occasione di arricchimento.

Vi ringraziamo della partecipazione ad ETNOFILm.

Benvenuti!

La direttrice del Festival

Tamara Nikolić Đerić

L’inizio dell’ETNOFILm festival dal 2009 è legato alla svolta di Museo etnografico dell’Istria al uso dei metodi cinematografici nella documentazione di patrimonio immateriale. Tuttavia, un festival del cinema nato così, ha continuato a vivere in modo indipendente, non più necessariamente associato con il patrimonio immateriale e la documentazione in senso stretto, ma aperto alla modernità, ad una vasta gamma di argomenti, all’etnografia della vita quotidiana, ai temi socialmente impegnati e in generale, ad un’esplorazione critica di fenomeni culturali globali e locali. 

 

 

Sponzori
Medijski sponzori
Suradnici

Copyright 2013. Sva prava pridržana.

Izrada web stranica: Netlex